Museo Virtuale De Fornaris 12+

Il museo che non c'‪è‬

Fondazione Guido ed Ettore De Fornaris

Progettata per iPad

    • 5,0 • 3 valutazioni
    • Gratis

Screenshot

Descrizione

"IL MUSEO CHE NON C'È"

Esposti per la prima volta insieme, 70 capolavori Della Collezione De Fornaris inaugurano il nuovo Museo Virtuale della Fondazione.

In quasi quarant'anni di attività nel mondo dell'arte, la Fondazione De Fornaris non ha mai potuto disporre di un proprio museo "fisico", nel quale esporre in modo permanente la sua ricca collezione. Nasce da qui l'ambizione di progettare da zero "Il Museo che non c'è": un innovativo museo virtuale che presenta, valorizza e rende accessibili a tutti le opere più preziose della Fondazione. Uno dei pochissimi esempi al mondo di museo non presente nella realtà, ma progettato appositamente per essere visitato e apprezzato solo sul web.

La collezione De Fornaris vanta migliaia tra dipinti, sculture, installazioni e raccolte di grafica, con capolavori di autori di primissimo piano dall'Ottocento a oggi: da Hayez a Morbelli e Pellizza da Volpedo, da de Chirico a Morandi e Casorati, da Burri a Carol Rama e Paolini, fino a Merz, Pistoletto e Penone. Per statuto le opere vengono date in comodato gratuito alla GAM, Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino, che le espone a rotazione e solo per periodi limitati.

Le opere del museo virtuale sono presentate con criteri scientifici a cura di Riccardo Passoni, direttore della GAM e presidente della Commissione Artistica della Fondazione De Fornaris.

"Oggi le nuove tecnologie sono sempre più al servizio dell'arte. Per noi rappresenta quindi un grande motivo di orgoglio inaugurare un innovativo museo virtuale, "Il Museo che non c'è", grazie al quale la Fondazione De Fornaris potrà presentare la sua prestigiosa collezione al mondo – dichiara il presidente Piergiorgio Re – Si permetterà così a studiosi e appassionati di scoprire anche da remoto i suoi capolavori grazie all'utilizzo del 3D e della realtà virtuale".

Il Museo Virtuale della Fondazione De Fornaris è stato realizzato da Infinity Reply, società del Gruppo Reply,
utilizzando tecnologie all'avanguardia per la modellazione, la visualizzazione e l'esplorazione interattiva digitale degli ambienti architettonici. Il motore di sviluppo multipiattaforma Unity 3D, l'adozione di tecniche di ricostruzione e fotogrammetria per la rappresentazione in 3D e a 360° di oggetti e statue e l'utilizzo di visori immersivi Oculus Rift-S permettono la fruizione in scala 1:1 e in realtà virtuale delle sale del museo.

FONDAZIONE DE FORNARIS

La Fondazione Guido ed Ettore De Fornaris nasce a Torino nel 1982 per volere testamentario del mecenate e
collezionista Ettore De Fornaris. Da allora è attiva nel campo dell'arte con numerose iniziative: acquisisce opere dell'800 e '900 e contemporanee, organizza mostre delle proprie collezioni e cicli di incontri, pubblica cataloghi, studi e ricerche.
Nel panorama delle fondazioni d'arte italiane la Fondazione De Fornaris, che opera con personali risorse, rappresenta un raro esempio di ente che agisce in stretto contatto con una struttura museale come la GAM - Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea di Torino, con la specifica finalità di incrementarne le raccolte. La Fondazione possiede infatti migliaia tra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e raccolte di grafica - disegni, acquerelli, incisioni e progetti architettonici - che in seguito a una convenzione con la Città di Torino sono conservati presso la stessa GAM.

www.fondazionedefornaris.org

Novità

Versione 1.3

Minor fix

Valutazioni e recensioni

5,0 su 5
3 valutazioni

3 valutazioni

Gingergma ,

Museo che non c’è

Bellissima visita, da vedere assolutamente!

Privacy dell’app

Lo sviluppatore, Fondazione Guido ed Ettore De Fornaris, ha indicato che le procedure per la tutela della privacy dell’app potrebbero includere il trattamento dei dati descritto di seguito. Per ulteriori informazioni, consulta l’informativa sulla privacy dello sviluppatore.

Dati non raccolti

Lo sviluppatore non raccoglie alcun dato da quest’app.

Le procedure per la tutela della privacy possono variare, per esempio, in base alle funzioni che usi o alla tua età. Ulteriori informazioni

Ti potrebbe piacere

Istruzione
Istruzione
Istruzione
Istruzione
Istruzione
Istruzione