Istantanee

Descrizione

L’app “Ricetta Elettronica Veterinaria”, utilizzabile dai veterinari liberi professionisti e dai detentori e proprietari di allevamenti zootecnici già in possesso di un account per accedere al portale VETINFO ed abilitati al Sistema Informativo della Farmacosorveglianza, consente l’emissione delle ricette veterinarie elettroniche e la ricerca, visualizzazione e consultazione delle ricette veterinarie elettroniche emesse per gli allevamenti di propria competenza.

La ricetta veterinaria elettronica non è la semplice trasposizione della ricetta veterinaria cartacea in un «PDF», ma una modifica sostanziale del precedente modello organizzativo e operativo di gestione dei medicinali veterinari, attraverso la completa digitalizzazione della gestione della movimentazione dei medicinali veterinari.

L’app è la naturale estensione, per dispositivi mobili, delle funzionalità di emissione, accesso e consultazione delle ricette veterinarie elettroniche presenti nell’applicazione web per la digitalizzazione della gestione della movimentazione dei medicinali veterinari. Essa consente a tutti i soggetti abilitati di emettere direttamente in allevamento, anche in assenza di connettività internet, le ricette veterinarie elettroniche ed agli altri soggetti abilitati (detentori, allevatori o loro delegati) di visualizzare, consultare e condividere con la farmacia/grossista le proprie ricette veterinarie elettroniche.

Novità

Versione 2.2.3

Migliorie ricerca ricette

Condivisione ricetta tramite link diretto
Selezione microchip dei cani da ricette precedentemente emesse

Valutazioni e recensioni

2.4 su 5
45 valutazioni

45 valutazioni

albygiu ,

Necessarie migliorie

Buona app, ma sarebbe necessario avere la possibilità di ordinare i numeri di matricola dei soggetti (bovini): al momento si visualizzano con un ordine casuale, se devo cercare il singolo capo li devo scorrere tutti.
I tempi di sospensione a volte sono mancanti: si dovrebbe rimediare.
Per default è sempre selezionata la deroga: in zootecnia la deroga non è così frequente, si può mettere no deroga di default.
Associare un secondo farmaco ad un numero già presente in ricetta richiede moltissimo tempo, si fa prima a rimettere il numero di matricola.
Dalla app non si può gestire la scorta propria e sul programma è richiesto il numero di autorizzazione alla scorta dell’allevamento, che chi non ha l’armadietto non possiede

Gomnik ,

Fatta Coi piedi

Dio solo sa cosa significa dover flaggare una diagnosi come patologia oculare o patologia cardiaca.
Dio solo sa perché se inserisci il CF con la fotocamera acquisisce solo il CF e non anche nome e cognome.
Dio solo sa perché devi inserire l’animale per ogni farmaco.
Dio solo sa perché chiede il microchip anche per i gatti e i criceti.

Adesso chiedere deroghe quando il farmaco vet è registrato per la specie in oggetto, non tiene in memoria gli animali quindi ogni volta bisogna inserire il numero di microchip, i messaggi di errore sono stringhe di codice inintelleggibili quando si potrebbe dire cosa non va invece di dover consultare manuali, l’organizzazione generale è poco pratica, manca la possibilità di inserire una posologia a periodi alternati tipo gli antiparassitari.
Insomma, pensata e creata da chi evidentemente non la deve usare.

Risposta dello sviluppatore ,

Il sistema non impone di "dover flaggare" una diagnosi come patologia oculare o cardiaca.
Il codice a barre del tesserino sanitario contiene solo la stringa del codice fiscale e non anche il nome e il cognome. Il codice fiscale non permette di risalire a nome e cognome esatti della persona.
Dopo aver inserito un farmaco e un animale, al secondo farmaco l'applicazione chiede se vuoi assegnare in automatico l'animale precedentemente assegnato.
In campo si chiama "identificativo animale" e non "microchip" e non si tratta di un campo obbligatorio.
Grazie delle segnalazioni, le auguriamo buon lavoro

pugnaloni 1975 ,

Selezione massiva da rifare

Non si può inserire il numero dei capi che si includono con la selezione massiva.
Poi vallo a spiegare a chi è addetto al controllo che l’app non lo permette, loro basta che rispondono “impossibile non può essere a me non capita” oppure “senti a chi di dovere”.
Mettiamo in esalto il “MADE IN ITALY”
Cambia la cornice ma il quadro è lo stesso

PS PERCHÉ INVECE DI FAR FARE UN PROGRAMMA A DEGLI INGEGNERI CHE NON SANNO NULLA DI RICETTAZIONE NON HANNO CHIESTO CONSULTO A NOI LIBERI PROFESSIONISTI?
Voglio vedere chi aha il coraggio di unirsi a me
So già che sarò l’unico a fare polemica già conosco da tempo i VETRINARI COME DICONO DA NOI

Informazioni

Fornitore
Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise G. Caporale
Dimensione
75.5 MB
Categoria
Produttività
Compatibilità

Richiede iOS 8.0 o versioni successive. Compatibile con iPhone, iPad e iPod touch.

Lingue

Inglese

Età
Vietato ai minori di 17 anni.
Frequente/Intenso contenuto medico/terapeutico
Copyright
© 2018 Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise G. Caporale
Prezzo
Gratis

Supporto

  • “In famiglia”

    Se “In famiglia” è stato attivato, fino a sei membri della famiglia potranno usare l’app.

Altre app di questo sviluppatore

Ti potrebbe piacere