Screenshot

Descrizione

L'Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro (www.iscr.beniculturali.it http://www.iscr.beniculturali.it) venne fondato nel 1939 con il nome di Istituto Centrale del Restauro su progetto di Giulio Carlo Argan e Cesare Brandi. Uno degli obiettivi primari dell'IsCR è sempre stato quello di censire il Patrimonio Culturale per valutare e monitorare il suo stato di conservazione. Dal 1980 l'Istituto è diventato Organo tecnico del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo.

Pertanto, con l'avvento delle nuove tecnologie, l'IsCR ha sviluppato l'applicativo "VirAPP" per coinvolgere direttamente i cittadini in una operazione di segnalazione dei beni culturali (architettonici o archeologici) che non risultassero censiti nel sistema informativo territoriale di Vincoli In Rete (www.vincoliinrete.beniculturali.it http://www.vincoliinrete.beniculturali.it).
A tale scopo è possibile verificare la presenza del bene indagato nelle banche dati del MiBACT attraverso una ricerca cartografica su Mappa Google dei beni limitrofi alla propria posizione (rilevata attraverso GPS); in caso di verifica con esito negativo, l’utente può compilare ed inviare una scheda anagrafica del bene, corredata di una o più foto del bene e delle sue coordinate geografiche, secondo uno standard schedografico semplificato ispirato al MODI dell'Istituto Centrale per la Catalogazione e la Documentazione (www.iccd.beniculturali.it http://www.iccd.beniculturali.it).
Le segnalazioni inviate dal cittadino saranno visibili nel sistema Vincoli In Rete, e potranno essere successivamente completate e validate, come beni culturali immobili, all’interno dello stesso sistema.

L’applicazione permette anche la schedatura di beni culturali, secondo un format completo, da parte di utenti direttamente accreditati dal sistema Vincoli In Rete.

Novità

Versione 1.1.2

Aggiornamento referenti, loghi e librerie utilizzate.

Privacy dell’app

Lo sviluppatore, Mibact, non ha fornito a Apple dettagli sulle proprie procedure per la tutela della privacy e il trattamento dei dati. Per ulteriori informazioni, consulta l’informativa sulla privacy dello sviluppatore.

Dettagli non forniti

Lo sviluppatore dovrà fornire dettagli sulla privacy quando pubblicherà il prossimo aggiornamento dell’app.

Supporto

  • “In famiglia”

    Se “In famiglia” è stato attivato, fino a sei membri della famiglia potranno usare l’app.

Ti potrebbe piacere

Istruzione
Istruzione
Istruzione
Consultazione
Istruzione
Istruzione